terapie praticate

Osteopatia

Osteopatia craniale

È un approccio terapeutico molto efficacie basato su alcune osservazioni anatomiche, fisiologiche e cliniche. Il sistema craniosacrale (la sincronia del movimento tra cranio e osso sacro) è caratterizzato da un’attività fisiologica ritmica animata da una successione di contrazioni e decontrazioni a livello di tessuto nervoso e dell’encefalo.
Questo movimento viene avvertito con la palpazione (ascolto craniale) che fornisce indicazioni preziose nella diagnosi osteopatica. Una disfunzione a livello del sistema craniosacrale può coinvolgere l’omeostasi dell’organismo intero.

 

Le sintomatologie sono le più varie, e possono essere a carico:

E

dell'apparato stomotognatico

rumori articolari, malocclusione, nevralgie del trigemino

E

dell'apparato uditivo-vestibolare

otite, acufeni, vertigini

E

dell'apparato respiratorio

sinusite, rinite, asma

E

del capo

con cefalee localizzate o generali

E

del sistema neurovegetativo

tachicardia, nausea

E

dell'apparato digerente

disfagia, stipsi

E

dell'apparato genitale

dismenorrea

Osteopatia viscerale

Molte persone hanno sentito parlare dell’efficacia dell’approccio Osteopatico per il dolore ai muscoli e alle articolazioni per il dolore al rachide o al collo. Talvolta è necessario trattare alcune zone del vostro corpo che non hanno una relazione ovvia ai sintomi che voi sentite. Questa pagina vuole mostrare i diversi modi di trattare il vostro corpo usando le tecniche specifiche di Osteopatia Viscerale. Qualunque sia la condizione di salute che vi porta dal vostro Osteopata potrebbe avere anche una componente viscerale. Talvolta è necessario trattare alcune zone del vostro corpo che non hanno una relazione ovvia ai sintomi che voi sentite.

E

Le viscere

Per Viscere ci si riferisce agli organi e alle loro membrane soffici. Le Viscere hanno superfici scivolose e sono attaccate alle pareti delle cavità corporali e alla colonna vertebrale dai legamenti. Ogni volta che il vostro rachide si muove gli organi a esso attaccati devono per forza muoversi. Gli organi interni devono permettere al tronco di inchinarsi e girarsi e al diaframma di muoversi durante la respirazione. Gli organi si muovono in certe maniere, determinati dai legamenti che gli sostengono. Le aderenze e le tensioni possono alterare o restringere questi movimenti e stressare gli organi e la loro funzionalità. Se una vostra Viscera non è capace di muoversi opportunamente questa condizione creerà rigidezza o dolore in qualunque parte del vostro corpo. Se voi potete sentire qualche scricchiolio e sentire dolore in un movimento normale questo è un segno che voi siete a rischio. Quanto più tempo passa in questa condizione, tanto più grande sarà lo sforzo del vostro corpo.

E

Restrizioni viscerali

 

Voi potete vedere le restrizioni viscerali riflesse nella vostra postura. Quando un organo non può più muoversi normalmente esso crea punti anormali di tensione che il vostro corpo ora deve spostare. Questo può succedere gradualmente e soltanto quando qualcuno vi racconta che non siete più in posizione eretta è il momento che vi rendete conto che siete irrigiditi e che alcuni movimenti vi sono difficili. Quando avete tensione nella parte anteriore del vostro corpo questo vi fa piegare in avanti. Quando la tensione è da un lato vi fa sentire girati verso quel lato. C’è un detto in Osteopatia Viscerale che dice che “il corpo aderisce alla lesione”. Questo significa che una persona sembrerà come se cercasse di avvolgersi intorno all’area tesa.

Perché questo succede?

Ci sono vari modi in cui le restrizioni viscerali possono succedere: – Dopo una chirurgia, mentre una ferita guarisce questa può formare tese aree cicatriziali. La cicatrice può essere profonda, siccome ci vogliono mesi oppure un anno per formarsi, queste aree di tensione e aderenze spesso passano inosservate. – Infezioni da batteri o virus, quali polmonite o influenza possono danneggiare gli organi e le membrane a livello cellulare(pleuriti, pericarditi etc). I pazienti sono spesso stupiti durante il trattamento di Osteopatia Viscerale di sentire sensazioni che ricordano loro di quando sono stati ammalati tanto tempo prima. – Il Viscere può essere danneggiato, il vostro corpo subisce un trauma, ad esempio un tamponamento in macchina. Lo shock da cintura di sicurezza può attraversare il vostro petto e essere sentita nello stomaco, cuore e rene sinistro. – Voi potete essere nati con un organo danneggiato o con una condizione come la sclerodermia. Anche se tale condizione possa essere incurabile, cioè non trattabile, è comunque utile e possibile trattare altre aree per migliorare la vostra salute generale e aiutarvi a compensare più facilmente.

E

Trovando restrizioni

Gli Osteopati sono istruiti per trovare le aree che sono eccessivamente tese o vulnerabili. Noi facciamo questo guardando la vostra postura, dialogando sul vostro stile di vita e la vostra storia medica e con la palpazione di aree del vostro corpo che mostrano segni di tensione.

E

Tecniche specifiche

Oltre alle tecniche Osteopatiche più familiari esiste una varietà di tecniche viscerali specializzate che può essere usata per mobilizzare gentilmente un’area ristretta o alleviare la pressione in una regione super stressata. I migliori risultati sono ottenuti grazie a piccole forze, precisamente direzionate a causa della natura delicata e spesso reattiva dei tessuti viscerali. L’intenzione dell’Osteopatia non è forzare il corpo a qualche forma “idealizzata”, piuttosto aiutare il corpo a funzionare al meglio possibile dentro le sue proprie limitazioni.

E

Stacking

Una delle tecniche frequentemente utilizzate dall’Osteopatia Viscerale è conosciuta come “STACKING”. Chiunque abbia già “litigato” con una chiave che non gira nella toppa di una porta chiusa saprà che è più facile spingere la porta verso la sua armatura e alleggerire la pressione nella parte chiusa che girare con forza la chiave. Lo stesso principio si applica con i tessuti del corpo, per mezzo della pressione e della presa nelle direzioni precise delle restrizioni, si cerca di dare spazio sufficiente ai tessuti per aiutarvi a compensare più facilmente. I principi Osteopatici sono il fondamento dell’integrazione strutturale. Sul metodo per lo sviluppo dell’integrazione strutturale Ida Rolf lesse Letteratura Osteopatica e studiò con Osteopati. Nella sua evoluzione unica del lavoro di Andrei Taylor Still, Ida Rolf enfatizzò l’interazione del corpo umano con la gravità. Altre derivazione dell’Osteopatia enfatizzarono e svilupparono altri aspetti, per esempio il Bilancio Zero di Fritz Smith e il Counterstrain di Lawrence Jones. I matrimoni tra l’integrazione strutturale e i suoi cugini osteopatici sono particolarmente fortuiti.

Consenso Privacy

Indirizzo

Via Pietro Cossa 293/5
10151 Torino

Telefono

Segreteria+39 320 866 1786
Dottore: +39 393 261 8195